EVENTI INAUGURAZIONE ORGANO CHIESA DI POGGIO RUSCO

EVENTI INAUGURAZIONE ORGANO CHIESA DI POGGIO RUSCO

Poggio Rusco e l’organo Montesanti Tonoli
La Chiesa Parrocchiale di Poggio Rusco, dedicata al SS. Nome di Maria fu costruita tra il 1748 ed il 1780, in sostituzione di un’antica Pieve Matildica divenuta troppo piccola per quella comunità.
Nel 1795 Don Luigi Taner grande appassionato di musica, sentì l’esigenza di accompagnare le funzioni religiose con un organo, il lavoro fu commissionato al maestro organaro Luigi Montesanti di Mantova. Inizialmente era suonato solo dal parroco o dal curato. Perciò nel 1801 fu chiamato a Poggio don Giovanni Battista Merighi, il quale oltre che curato, era vero organista, compositore ed anche insegnante di musica. Durante la sua presenza a Poggio Rusco, don Merighi, seppe valorizzare ottimamente l’importante strumento. L’ornamento ligneo della cassa che lo impreziosisce è del 1807, opera dell’intagliatore mantovano Domenico Biagi.
Nel 1858 si pensò di ampliare e migliorare l’organo e la scelta cadde sull’organaro bresciano Giovanni Tonoli.
Terminati i lavori nell’ottobre 1861, il Maestro Campiani, compositore e organista della Cattedrale di Mantova, fece il concerto d’inaugurazione, e fu lui ad affermare che era “Organo migliore tra i migliori del mantovano”.
Qualche anno dopo ci si accorse che la finestra posta sopra l’ingresso, e adiacente all’organo, a causa del tempo e del maltempo, lasciava penetrare l’umidità e cominciò a rovinarlo. Il finestrone venne chiuso con un muro nel 1881.
Nel 1987 don Giuliano Spagna, in occasione del 250° anniversario della chiesa, pensò ad un importante restauro dell’antico strumento. L’incarico venne affidato al dr. Paolo Tollari, che iniziò i lavori nel 1995 terminandoli nel 1997.
Il terremoto del luglio 2011, ma soprattutto quelli ben più terribili della primavera del 2012, provocarono seri danni alla Chiesa. Il muro costruito nel 1881 per chiudere la finestra crollò danneggiando l’organo.
Ma, dopo quei mesi terribili, in cui tutto sembrava perso, la speranza e la voglia di ripartire prese il sopravvento. Fu così che grazie all’impegno del Parroco Don Antonio Frigo e dell’associazione “Amici della Chiesa del SS. Nome di Maria”, moltissime comunità, associazioni e privati cittadini di tutta Italia, diedero il loro contributo per il recupero della Chiesa Parrocchiale, avvenuta nel dicembre del 2014 e ora del prezioso organo.

Lino Rezzaghi

 

Manifesto concerto inaugurale versione def 24.3.16 (1)

organo Poggio pieghevole invito (2)-1

organo Poggio pieghevole invito (2)-2

468 ad

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *