Giornata mondiale dei poveri

Giornata mondiale dei poveri

 

Già nella sua “Lettera pastorale” da poco pubblicata il vescovo Marco invitava tutte le comunità ecclesiali a dare il giusto rilievo alla prima Giornata Mondiale dei Poveri voluta persalmente da papa Francesco per domenica 19 novembre. “Un’occasione – così scrive il vescovo – per rendere ancora più sensibile il cuore delle nostre comunità al grido delle membra sofferenti del Corpo di Cristo e a sostenere concretamente i luoghi di incontro con i poveri e le esperienze di ospitalità diffusa che sono già in atto nella diocesi”.

Per celebrare questa giornata sono in agenda diversi appuntamenti, il primo dei quali sarà mercoledì 15 novembre alle ore 10 in Seminario per la presentazione dei dati sulle povertà locali a cura dell’Osservatorio diocesano per le povertà. I dati saranno presentati all’interno di una conferenza stampa che avrà luogo preso la “Sala Maria Teresa”.

Il giorno seguente, giovedì 16, alle 20,45, nella chiesa dei santi Simone e Giuda, sarà il vescovo Marco a guidare un momento di preghiera con una meditazione sul “Padre Nostro”. Questa veglia è pensata, in particolare, per le persone più direttamente coinvolte nelle opere di carità della Chiesa, come i volontari volontari dei vari servizi Caritas e delle realtà assistenziali cittadine.

Infine domenica 19, in tutte le messe della diocesi, sarà dato ampio risalto alla giornata, anche mediante una specifica sussidiazione pastorale preparata dagli uffici diocesani competenti oltre che alle eventuali altre iniziative che ogni singola comunità volesse proporre per rendere ancora più evidente l’attenzione ai poveri.

Sono disponibili (in allego) le indicazioni liturgiche per le Messe domenicali, la locandina e il volantino dell’evento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GMP_volantino

GMP_locandina

che cosa ci manca – novembre 2017

19 novembre 2017 – AVVISI

Read More

Saluto a Don Alessandro benvenuto a Don Bruno e Don Juri

Saluto a Don Alessandro benvenuto a Don Bruno e Don Juri

Domenica 17  settembre 2017

S. Messa alle ore 11,00 celebrata da don Alessandro che saluta  tutta la comunità.

Un ringraziamento particolare a Don Alessandro che dopo 8 anni lascia Poggio Rusco per insediarsi come Parroco a Ostiglia e Correggioli

Domenica 24 settembre 2017

S. Messa ore 11.00  celebrata  da don Bruno e don Juri che saranno i nuovi collaboratori della parrocchia di Poggio Rusco insieme al parroco don Paolo Azzini.

Mercoledì 27 settembre 

CENA al circolo parrocchiale insieme a tutti i sacerdoti , che partono e che arrivano, per un momento conviviale di festa (costo 12 euro per adulti e € 5 per i bambini fino ai 12 anni)

Prenotazione al circolo ANSPI entro il 24 settembre.

 

Read More

CAMPO ESTIVO RAGAZZI PRIMA E SECONDA SUPERIORE

CAMPO ESTIVO RAGAZZI PRIMA E SECONDA SUPERIORE

Read More

Video Caritas Poggio Rusco

Read More

CARITAS : la settimana del Dono

CARITAS : la settimana del Dono

DAL 15 AL 21 MAGGIO 2017

 

VOLANTINO SETTIMANA DEL DONO 2017 a POGGIO

Read More

ESERCIZI SPIRITUALI QUARESIMALI

ESERCIZI SPIRITUALI QUARESIMALI

Unità Pastorale dei Dossi in preparazione alla Pasqua organizza gli Esercizi Spirituali Quaresimali nella chiesa di Poggio Rusco alle ore 21,00.

Vedi Locandina per i dettagli.

Read More

Preghiera a Poggio Rusco per l’Unità dei Cristiani-giovedi 19 gennaio

Giovedì 19 gennaio, ore 20.30 nella chiesa di Poggio Rusco.

vedi locandine

Read More

Orari celebrazioni durante le festività Natalizie

Orari celebrazioni durante le festività Natalizie

Read More

Concerto “Gloria in excelsis Deo” a Poggio Rusco

Concerto “Gloria in excelsis Deo” a Poggio Rusco

Il programma presentato  domenica 11 dicembre nella chiesa di Poggio Rusco si caratterizza per essere un vero e proprio percorso cristologico, dal canto gregoriano alla polifonia contemporanea, dal barocco al jazz. Un viaggio geografico e temporale tra differenti forme, stili ed epoche per apprezzare come l’inno del Gloria è stato pensato, rielaborato e cantato nel corso della storia della musica.

Il concerto si è tenuto nella  giornata internazionale della coralità (il World Choral Day) ed il ricavato dell’offerta libera andrà in favore delle popolazioni terremotate del Centro Italia, grazie all’adesione all’iniziativa “1000 voci per ricominciare“.

programma_di_sala_gloria

Read More

Esercizi Spirituali di Avvento.

Esercizi Spirituali di Avvento.

Tutti i mercoledì di AVVENTO nella chiesa di Poggio Rusco si terranno gli Esercizi Spirituali in preparazione al Natale.
001

Read More

40°anniversario dell’inaugurazione della chiesa di Dragoncello

40°anniversario dell’inaugurazione della chiesa di Dragoncello

Giovedi 8 dicembre alle ore 18,00 nella parrocchia di Dragoncello e Stoppiaro si celebra  il 40°aniversario della chiesa dedicata alla Beata Vergine Maria Ausiliatrice.

Seguirà la presentazione del libro  “I Quaderni di Dragoncello e Stoppiaro” a cura di Lino Rezzaghi.

Al termine presso il circolo ANSPI di Dragoncello visione dei filmati dell’inaugurazione del 1976 e rinfresco per tutti!

Vi aspettiamo numerosi.

15241839_1461004130595929_141749392840851208_n

Read More

Il musical “L’Atteso” sarà a Revere e San Benedetto Po

Il musical “L’Atteso” sarà a Revere e San Benedetto Po

 

  • Sabato 26 novembre presso il  Teatro Ducale di Revere (MN)
  • sabato 03 dicembre presso nuova sala polivalente in via Montale a San Benedetto Po (MN)

alle ore 21,00  andrà in scena il musical  Rock, fede, e Natività ” L’ATTESO.

Ritornerà  in scena il musical “L’ATTESO”, opera rock di Daniele Ricci, che narra dell’amore fra un uomo e una donna, Giuseppe e Maria, del loro fidanzamento, della fiducia l’uno nell’altra, della loro accettazione del disegno divino che porterà alla nascita del Bambino che salverà il mondo: Gesù, l’Atteso. Organizzato dal Coro InCantodi Poggio Rusco in collaborazione con l’Associazione “Amici della chiesa”  il musical è diretto dal ventenneS. BENEDETTO vol l'atteso 2016 Francesco Gilioli, l’evento vede la partecipazione di una sessantina di persone tra solisti, coristi, strumentisti, ballerini, quasi tutti artisti amatoriali, che mettono a disposizione le loro doti gratuitamente e a scopo benefico, oltre alla gioia di condividere con altri le loro grandi passioni.

 

Vi attendiamo numerosi

Il costo dell’ingresso è di euro 7.00  (acquistabili anche la sera stessa all’entrata)

 

cci22112016_0003

 

 

 

 

 

 

 

Read More

Pellegrinaggio ad Assisi

Pellegrinaggio ad Assisi

Pellegrinaggio ad Assisi nell’anno santo della Misericordia.

Da venerdi 23 a domenica 25 settembre.

Costo a persona € 190.00 tutto compreso bevande escluse.

per info Don Paolo 0386/51015  cell. 3334274139

 

 

Locandina AssisiImmagine1

Read More

EVENTI INAUGURAZIONE ORGANO CHIESA DI POGGIO RUSCO

EVENTI INAUGURAZIONE ORGANO CHIESA DI POGGIO RUSCO

Poggio Rusco e l’organo Montesanti Tonoli
La Chiesa Parrocchiale di Poggio Rusco, dedicata al SS. Nome di Maria fu costruita tra il 1748 ed il 1780, in sostituzione di un’antica Pieve Matildica divenuta troppo piccola per quella comunità.
Nel 1795 Don Luigi Taner grande appassionato di musica, sentì l’esigenza di accompagnare le funzioni religiose con un organo, il lavoro fu commissionato al maestro organaro Luigi Montesanti di Mantova. Inizialmente era suonato solo dal parroco o dal curato. Perciò nel 1801 fu chiamato a Poggio don Giovanni Battista Merighi, il quale oltre che curato, era vero organista, compositore ed anche insegnante di musica. Durante la sua presenza a Poggio Rusco, don Merighi, seppe valorizzare ottimamente l’importante strumento. L’ornamento ligneo della cassa che lo impreziosisce è del 1807, opera dell’intagliatore mantovano Domenico Biagi.
Nel 1858 si pensò di ampliare e migliorare l’organo e la scelta cadde sull’organaro bresciano Giovanni Tonoli.
Terminati i lavori nell’ottobre 1861, il Maestro Campiani, compositore e organista della Cattedrale di Mantova, fece il concerto d’inaugurazione, e fu lui ad affermare che era “Organo migliore tra i migliori del mantovano”.
Qualche anno dopo ci si accorse che la finestra posta sopra l’ingresso, e adiacente all’organo, a causa del tempo e del maltempo, lasciava penetrare l’umidità e cominciò a rovinarlo. Il finestrone venne chiuso con un muro nel 1881.
Nel 1987 don Giuliano Spagna, in occasione del 250° anniversario della chiesa, pensò ad un importante restauro dell’antico strumento. L’incarico venne affidato al dr. Paolo Tollari, che iniziò i lavori nel 1995 terminandoli nel 1997.
Il terremoto del luglio 2011, ma soprattutto quelli ben più terribili della primavera del 2012, provocarono seri danni alla Chiesa. Il muro costruito nel 1881 per chiudere la finestra crollò danneggiando l’organo.
Ma, dopo quei mesi terribili, in cui tutto sembrava perso, la speranza e la voglia di ripartire prese il sopravvento. Fu così che grazie all’impegno del Parroco Don Antonio Frigo e dell’associazione “Amici della Chiesa del SS. Nome di Maria”, moltissime comunità, associazioni e privati cittadini di tutta Italia, diedero il loro contributo per il recupero della Chiesa Parrocchiale, avvenuta nel dicembre del 2014 e ora del prezioso organo.

Lino Rezzaghi

 

Manifesto concerto inaugurale versione def 24.3.16 (1)

organo Poggio pieghevole invito (2)-1

organo Poggio pieghevole invito (2)-2

Read More

Bisogna Saper Perdere!

Bisogna Saper Perdere!
GIOVEDI 21 Aprile ore 21:00 al salone dell’ANSPI  di Poggio Rusco
interessante incontro dove si rifletterà sul modo di affrontare le sconfitte, a partire dal mondo dello sport, dove si gioca, si vince e si perde.
Molto spesso episodi di rabbia e violenza verbale e fisica, sono figli di una cultura nella quale sembra impossibile perdere,  pare che perdere sia una lesione alla dignità troppo grande.
Inoltre si ragionerà sull’errore, perché anche sbagliare pare sia diventato qualcosa di inconcepibile, al punto che l’arbitro diviene la causa della sconfitta.
Saranno presenti sportivi d’eccezione che hanno accettato di buon grado di portare la loro testimonianza, a loro va già anticipatamente il nostro Grazie.
Vi aspettiamo numerosi !!!!!!!
                                               Locandina Locandina
Read More

Orari parrocchiali settimana Santa

Orari parrocchiali settimana Santa

Settimana Santa 2016

CCI23032016_0001

 

Settimana Santa 2016

Read More

Articolo Pasquale di Don Paolo.

Articolo Pasquale di Don Paolo.

A proposito di porte sante.

Siamo rientrati dal nostro pellegrinaggio giubilare solo pochi giorni fa. Un clima di serenità e cordialità hanno caratterizzato questi tre giorni romani. Tra le tante cose viste e le mille sensazioni provate, un’immagine rimane in me più chiara delle altre, anche per il suo carattere contraddittorio. Come la tradizione vuole, abbiamo oltrepassato le quattro porte sante delle maggiori basiliche romane. Prima però di giungere a quelle sacre soglie ricche di significato, di storia, di fede, abbiamo dovuto oltrepassare altre “soglie” che esprimevano significati contrari, quali il sospetto, la violenza, l’intolleranza.Erano le porte “metal detector”, meno sante delle prime, ma certamente più “personali”. Dopo esserti spogliato di tutto ciò che è ritenuto rischioso, venivi passato al setaccio dalla “porta” che sapeva guardare anche sotto i tuoi vestiti, e se la luce rossa si accendeva, il poliziotto che ti attendeva al di là, ti ispezionava ulteriormente alla ricerca dell’invisibile. Due porte da oltrepassare: quelle delle misericordie divine e quelle delle miserie umane. La prima è stata quella di san Pietro. Ci siamo trovati in un fiume di umanità che giungeva da ogni parte del mondo. Persone di ogni cultura e religione, affiancati e accomunati dal desiderio di “entrare”. Leggiamo in Isaia (60,11) “Le tue porte saranno sempre aperte, per lasciare entrare in te la ricchezza delle genti”. Ci siamo fatti inevitabilmente “vicini”, percependo lingue sconosciute, scrutando tratti somatici diversi, incrociando sguardi tutti da interpretare. Per me è stata la porta dell’universalità, quindi “cattolicità” nel vero significato del termine. Sempre di più ci troviamo a passare questa porta non solo nelle metropoli affollate, ma anche nei piccoli centri e nelle realtà più modeste del nostro vivere quotidiano, dove a chi si vuole ritirare dal mondo, è il mondo stesso che gli si presenta sulla soglia di casa, autentiche porte sante aperte sull’umanità. La seconda porta è stata quella di Santa Maria Maggiore. Sarà per la presenza della mamma di Gesù, ma si è caratterizzata come porta della dimensione domestica, che parla di casa, di famiglia, di quotidianità. E’ la porta che Gesù oltrepassava sotto lo sguardo dei suoi genitori, al suono degli echi della strada, che dicevano allo stesso momento vita di paese e di famiglia. Mi son fermato a pensare alle porte delle nostre case, ora arricchite da spioncini-feritoie, se non addirittura da telecamere e monitor, e ho rimpianto la porta della casa di mia nonna sempre aperta di giorno sulla strada principale del paese. Stando in cucina si poteva vedere il marciapiede ed il sagrato della chiesa. Anche le porte delle nostre abitazioni devono ridiventare sante nella dimensione dell’incontro e della condivisione. Tra le accuse mosse a Gesù, c’era anche quella di aver attraversato le soglie delle case dei peccatori; di aver condiviso la loro dimensione domestica (Lc 19,7). Saranno sante le porte che si aprono al Cristo nascosto in chi chiede di condividere. La terza porta è stata quella di san Paolo, oltrepassata quasi in solitudine, accolti da una magnifica ed enorme basilica deserta, tutta per noi. E’ stata la porta dell’intimità, quella di cui parla il vangelo di Matteo invitandoci ad “entrare nella nostra camera e a chiudere la porta, perché proprio lì, il padre che vede nel segreto ci possa ricompensare” (Mt 6,6). Ci siamo seduti ad ascoltare alcune espressioni tratte dalle lettere dell’apostolo. Erano parole da cuore a cuore, al riparo da distrazioni e clamori. E’ quindi la porta che diventa santa quando la si chiude per ripararci dalle vane dispersioni del nostro tempo. La dobbiamo custodire oggi più che mai, perché minacciata dal clamore di un mondo superficiale e conformista. E’ la porta che conduce alla nostra solitudine feconda, all’attenzione per ciò che è “dentro”, allo sguardo che sa scrutare i sentimenti più nascosti. La quarta porta è stata quella della cattedrale di Roma, la basilica dei due san Giovanni: il Battista e l’Apostolo. E’ stata la porta della “chiesa” in senso stretto. Penso a chi ha deliberatamente deciso di disertare la porta della propria chiesa, magari pensando che oltre quella soglia non ci sia più nulla di significativo per lui. Penso ai nostri giovani e ai numerosi nuclei famigliari che non sanno più condividere la gioia di passare attraverso l’unica e vera porta della Chiesa, cioè Cristo (Gv 10,7). Dopo l’altare, il mio posto come pastore, è la porta della mia chiesa. Resto lì ad invitare chi è fuori ad entrare per sperimentare l’amore di Dio che supera ogni ostacolo, e l’amore tra noi, unica prospettiva credibile di felicità. E su quella stessa soglia, invito i miei parrocchiani assidui, ad uscire in un mondo un po’ arido, che brama la rugiada di una testimonianza cristiana credibile e matura. Auguri di una Pasqua cristiana agli uni e agli altri.

Don Paolo

Read More

Incontro sul tema “Gender e differenza sessuale”

DOMENICA 6 MARZO, alle ore 16.00, presso la Sala delle Capriate (Parrocchia di S. Andrea) piazza Leon Battista Alberti, Mantova, il Centro Diocesano per la Famiglia ritiene di offrire la possibilità di una riflessione che aiuti ad affrontare un problema di grandissima attualità, quale il gender e l’identità sessuale soprattutto dal punto pastorale, con la ricercatrice Susy Zanardo.

 

È possibile sostituire il sesso con l’identità di genere? Che cosa dicono le teorie del gender, oggi maggioritarie nel dibattito culturale, sull’identità sessuale e quali sono le loro maggiori criticità? In che modo è possibile tornare a pensare alla differenza sessuale come luogo di ricerca e attribuzione di senso? L’A. pone in dialogo le teorie del gender con quelle sulla differenza sessuale, riscoprendo la dimensione antropologica dell’essere uomo e donna, aperti a un reciproco esercizio della differenza.

 

 

 

 

Read More

Esercizi Spirituali Quaresimali

Esercizi Spirituali Quaresimali

Senza nome

Read More

Le S. Messe nelle festività di Natale.

Le S. Messe nelle festività di Natale.

CCI21122015CCI21122015_0001

Read More